Castelli al Cinema. Educare i giovani alle immagini del futuro – IIS Sandro Pertini

Progetto
Il cinema come forma d’arte. L’audiovisivo come sistema complesso per interpretare il linguaggio di oggi. Educare i giovani a capire e reinterpretare il flusso di immagini che attraversa la società contemporanea. E imparare divertendosi, lavorando insieme, giocando con la forma, partendo dal proprio territorio. Una rete di 6 scuole in un percorso tra storia, teoria e pratica per portare oltre 200 studenti alla creazione del proprio film.

Nelle due edizioni del progetto è stata mantenuta la continuità dell’assetto formativo proposto e della rete, creata ad hoc, anche ampliando platea e collaboratori. Il primo anno ha avuto come centro didattico l’alfabetizzazione al cinema e all’audiovisivo, mentre durante la seconda edizione si è sviluppato un corso monografico incentrato sulla scuola e sulle sue modalità di rappresentazione al cinema. Lo schema, meramente riassuntivo, della proposta formativa è il seguente:

Fase I “Capire il Cinema”
Prima edizione: 40 ore di lezioni dedicate all’educazione al linguaggio cinematografico e ai suoi elementi specifici. Le stesse lezioni/conferenze sono state replicate in due sedi (BCC Genzano e Mark Film a Marino) per le scuole dei versanti Appia e Tuscolana. L’esecuzione di questa fase ha previsto un approfondimento dei principali elementi del linguaggio filmico: sceneggiatura, regia (2 lezioni), fotografia, montaggio (2 lezioni), suono, musica, scenografia-trucco-costumi, effetti speciali.
Seconda edizione: per ovviare all’impossibilità di praticare lezioni dal vivo, il Direttore Scientifico ha organizzato su WESCHOOL, con relativo registro delle attività (20 ore), un ciclo di n. 7 “Board” di lezioni dedicate all’educazione del linguaggio cinematografico e ai suoi elementi specifici, con una batteria di esercizi alla fine di ogni lezione e una verifica finale di analisi del film. 20 ore di video-lezioni effettuate in D.A.D. attraverso la piattaforma Zoom: visione, analisi critica e commento di 4 film, opere contemporanee che affrontano Il tema della scuola e il rapporto tra studenti, professori e famiglie: LA CLASSE – DETACHAMENT – LONDA – CLASSENEMY.
Somministrazione dei test per la verifica dell’apprendimento della parte teorica durante la prima e l’ultima lezione, da parte degli operatori di ULIS, al fine di verificare il miglioramento delle competenze degli studenti in campo audiovisivo.

Fase II “Fare il Cinema”
150 ore di laboratori (30 ore per ciascuna scuola aderente) finalizzati alla produzione di cortometraggi, alla presenza del direttore scientifico.
Anteprima dei lavori realizzati presso il cinema Cynthianum di Genzano di Roma alla presenza di tutte le componenti che hanno preso parte all’iniziativa: studenti, professori, Dirigenti Scolastici e partner pubblici a privati.
– Prima Edizione
Gli autoinvitati a cura dell’I.I.S.S. “S. Pertini”
Dietro la sua porta a cura dell’ IISS “C. Battisti”
Quei giorni a scuola a cura dell’ LCL “M.T. Cicerone”
Ora o mai più a cura dell’ LSS “B. Touscheck”
Almeno sono diverso a cura dell’ LSS “G. Vailati”
– Seconda Edizione
Saluti dal 2021 a cura dell’ LSS “B. Touscheck” e del LCL “M.T. Cicerone”
Come un ragno su un fiore a cura dell’ LSS “G. Vailati” e del LLS “J. Joyce”
Il primo giorno a cura dell’ ISS “Sandro Pertini”

Il progetto ha coinvolto nel complesso 6 scuole, 200 studenti e 16 docenti.

-> Guarda tutti i corti qui

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: