Un Nuovo Sguardo – Scuola primaria “Così per Gioco” Roma

Progetto
Un laboratorio sperimentale per gli allievi della scuola primaria finalizzato all’educazione dei bambini nei confronti dell’immagine e alla verifica della riproducibilità di tale esperienza formativa in altre scuole di pari grado. 

Il progetto “Un nuovo sguardo” è stato un laboratorio sperimentale per 24 allievi della scuola primaria “Così per gioco” finalizzato all’educazione dei bambini nei confronti dell’immagine attraverso l’apprendimento spontaneo del linguaggio audiovisivo, la conoscenza di strumenti elementari, lo sviluppo della creatività, la realizzazione di un’opera di animazione come strumento formativo autonomo e come potenziamento dell’espressione, della comunicazione e della condivisione. Oltre a ciò, il laboratorio ha dato vita a un’esperienza di inclusività attraverso il lavoro paritario di normodotati e portatori di disabilità. Il progetto ha coinvolto anche altri 60 alunni  della scuola “Così per gioco”, come fruitori dell’opera realizzata e parte attiva di uno scambio esperienziale e didattico. Il laboratorio ha previsto lezioni volte alla padronanza del linguaggio filmico di base e l’applicazione delle conoscenze e competenze acquisite nella realizzazione di un cortometraggio di animazione selezionato e presentato in anteprima all’ASFF di Roma. Le ore di attività, tutte in presenza, sono state suddivise in 16 ore di didattica frontale, 32 di attività laboratoriale e 2 ore di proiezione opere.
Le attività di didattica frontale hanno permesso agli alunni: l’acquisizione degli strumenti di base per leggere, analizzare e interpretare la forma e il contenuto di un testo audiovisivo; la conoscenza delle caratteristiche grammaticali e sintattiche di base del linguaggio filmico; la conoscenza delle professioni del cinema; l’acquisizione delle competenze linguistiche e narrative per la realizzazione di un’opera cinematografica di animazione (dalla scrittura alla realizzazione). Alla parte teorica ha fatto seguito quella applicativa, ossia il workshop, che ha messo in campo le esperienze acquisite dagli studenti attraverso la realizzazione di un cortometraggio di animazione, ideato, scritto e diretto da loro stessi, accompagnati e sostenuti dai i vari docenti e tutor, che li hanno affiancati in tutte le tappe della realizzazione dell’opera: ideazione e scrittura della sceneggiatura; pre-produzione (predisposizione dei mezzi tecnici e definizione del personale artistico e tecnico); preparazione e riprese; post produzione (montaggio video, montaggio del suono, colour correction, mixaggio). Il lavoro diretto su un prodotto di animazione ha portato con sé la capacità di apprendere un nuovo e sofisticato uso delle tecnologie, a partire dalla computer grafica e l’animazione computerizzata.

Il progetto ha coinvolto complessivamente una scuola,  circa 84 studenti e 8 docenti.

->Guarda il cortometraggio realizzato qui.

  • Titolo:Così per gioco
  • Sinossi:La lotta contro il tempo di medici, scienziati e ricercatori per battere il virus che minaccia il mondo. Un nemico inaspettato che ha cambiato la vita di molti bambini e contro il quale la scienza si impegna a combattere una dura battaglia per riportare quella semplice normalità perduta.
  • Data di uscita:2021
  • Durata:2 minuti e 18 secondi
  • Genere:Animazione
  • Staff tecnico:Maria Grazia De Zan, Angela Maria Prudenzi, Alfredo Fiorillo, Simona Sciurpi e Simone Bucri
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: