UgualMenteCinema- Liceo Artistico A.Caravillani

Progetto
Il progetto “UgualMenteCinema” ha promosso una didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo con il fine di fornire capacità di lettura e decodifica dell’opera filmica e competenze di produzione e post-produzione cinematografica, ma anche di stimolare riflessioni e creare nuove rappresentazioni, più consapevoli, relative al tema sociale dell’uguaglianza di genere.

Il progetto ha avuto come destinatari gli studenti di terzo e quarto anno del Liceo Artistico “A. Caravillani” di Roma.
L’obiettivo generale è stato promuovere l’acquisizione di competenze trasversali, personali e relazionali, che permettano sia un utilizzo critico e consapevole del linguaggio cinematografico e audiovisivo, sia il rafforzamento dell’uguaglianza di genere e l’emancipazione femminile.
Gli obiettivi specifici sono:

  • sviluppare un utilizzo critico e consapevole del mezzo cinematografico e competenze tecniche cinematografiche;
  • promuovere l’acquisizione di competenze pro sociali, che migliorino l’empatia e la capacità comunicativa, la capacità di assumere la prospettiva dell’altro e di riconoscere le conseguenze sull’altro dei propri comportamenti;
  • rafforzare le competenze artistiche caratteristiche dei percorsi formativi;
  • avviare una riflessione critica sugli stereotipi di genere e sul tema della violenza contro le donne in modo da permettere una ridefinizione condivisa;
  • creare un cortometraggio che permetta una ri-narrazione della tematica trattata.

Attività: Cinema&Emozione
A partire dalla visione di filmati relativi a narrazioni di discriminazione e violenza contro le donne, è stata avviata una discussione in gruppo in cui gli studenti si sono confrontati rispetto al ruolo che il mezzo cinematografico ha nel raccontare un fenomeno (inquadrature, direzione della luce, musica, flash back, ecc) e sulla rappresentazione che loro stessi hanno della parità di genere.
Da un lato, i prodotti audio-video proposti sono stati analizzati con riferimento alle inquadrature, ai movimenti della cinepresa, all’importanza del sonoro, e a tutte quelle scelte tecniche volte a suscitare emotività e percezioni. Dall’altro, la visione del filmato ha permesso, non solo, di sperimentare, in un contesto protetto, le emozioni connesse alla tematica, ma anche di elaborarle grazie alla discussione e al confronto con gli altri.

Attività: Cinema&Azione
Questa fase del laboratorio è stata dedicata alla possibilità di sperimentare tutte le fasi di produzione e post produzione cinematografica e ha maturato una capacità creativa e progettuale nella costruzione di una storia realizzata per immagini.
Le attività sono state presentate nel seguente ordine:

  • parole e forme creano la base di un racconto. SCRITTURA CREATIVA E CONCEPT DESIGN
  • la cornice è il confine e il limite dove progettare. IL QUADRO E LA COMPOSIZIONE
  • tutti recitano anche gli oggetti. RECITAZIONE E SCENOGRAFIA
  • produzione finale. MONTAGGIO E SUONI

A partire dalle riflessioni emerse nel lavoro svolto precedentemente, gli studenti hanno costruito una storia. Sono state esposte tecniche per avvicinarsi alla stesura di una sceneggiatura, (scrittura creativa, storytelling ecc.), ai principi dell’inquadratura (composizione dell’immagine, angolazione, ecc.), ai movimenti della cinepresa (panoramiche, carrelli, ecc.) e al metodo del montaggio (raccordo sullo sguardo, sul movimento, flash back, ecc.), così da permettere agli studenti di creare un breve filmato audiovisivo.

Attività: Cinema&Creazione
Parallelamente all’Attività 2 (Cinema&Azioni), gli studenti, divisi secondo l’indirizzo formativo (Figurativo, Design Moda, Grafica) hanno lavorato alla creazione dei materiali e delle strutture da utilizzare per la realizzazione dei cortometraggi. Ogni gruppo “specializzato” ha fornito i costumi, la scenografia e il supporto grafico per i 2 cortometraggi realizzati.

Attività: Cinema&Comunicazione
È stato organizzato un evento finale presso il Teatro Vascello di Roma, aperto sia all’Istituto scolastico sia agli altri soggetti del territorio alla presenza di 2 due ospiti di eccezione: Gianni Quaranta, famoso scenografo e costumista internazionale, premio Oscar nel 1987 per “Camera con vista” di James Ivory, e Nicola Sganga, professore alla Facoltà di Architettura a Valle Giulia ed esperto pluripremiato nell’ambito dei VFX (Visula Effects). Gli ospiti hanno offerto agli alunni degli ultimi due anni di corso l’opportunità di conoscere da vicino sbocchi professionali a cui, in fase di orientamento post diploma, i ragazzi possono guardare.
Sono stati proiettati i 2 prodotti audiovisivi degli studenti, molto apprezzati dal pubblico in sala.

Il progetto ha coinvolto complessivamente 25 studenti, 1 docente referente e altri 4 docenti.

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: