Parole che scrivono immagini – IC “Nicola Zingarelli”

Progetto
Comprendere il cinema attraverso la scrittura quale origine di ogni narrazione filmica. Lungo un percorso di conoscenza, approfondimento e analisi della migliore letteratura contemporanea per ragazzi, gli studenti hanno adattato un romanzo breve in una sceneggiatura per un cortometraggio che, quindi, hanno realizzato in ogni sua fase. Si sono svolti anche laboratori di lettura, scrittura, produzione filmica a cura di esperti nei rispettivi settori.

Il progetto “Parole che scrivono immagini” è stato sviluppato per fasi.

FASE 1: LE PAROLE

Ha offerto agli studenti un approccio mediato alla letteratura contemporanea per ragazzi. Realizzato in orario curricolare con il coinvolgimento di tutta la classe e dei docenti di Lettere, è stato condotto con modalità ludico-didattiche per sciogliere ogni remora nei confronti del libro e consentire ai ragazzi di avvicinarsi ad un universo di storie, argomenti, problematiche, punti di vista nuovi, alternativi, stimolanti. La collaborazione in questa fase con La Biblioteca dei Ragazzi[e] ha consentito agli studenti di approfondire la lettura oltre gli incontri scolastici, di prendere libri in prestito e di scoprirne in autonomia di nuovi. Quindi gli studenti si sono candidati in modo volontario a proseguire il percorso dedicato a circa 30 alunni. Si è avviato un percorso di incontri pomeridiani dedicati ad attività laboratoriali di analisi e destrutturazione del testo, approfondimenti sul tema di un romanzo che è stato individuato in modo partecipato e che fosse particolarmente pregnante per tematica, stile, qualità della scrittura.

FASE 2: LA SCRITTURA

La seconda fase parte dal titolo scelto, che ha consentito al gruppo ristretto di apprendere i concetti elementari della scrittura filmica e comprendere le modalità del lavoro di adattamento di un testo dal dominio letterario a quello filmico. Sì è compreso la struttura narrativa del cortometraggio anche grazie alla proiezione di corti a scuola, oltre alla percezione della distanza che esiste tra una scrittura squisitamente letteraria e quella icastica della sceneggiatura attraverso attività laboratoriali specifiche.

FASE 3: LE IMMAGINI

Lo staff di progetto è giunto a individuare il gruppo di alunni che produrrà il cortometraggio, partendo dalla redazione della sceneggiatura quale adattamento del testo letterario scelto. In questa fase, organizzata per incontri pomeridiani a impianto laboratoriale, si è partiti dal plot originale per arrivare a scrivere una storia da interpretare e filmare. Qui si è condensata la portata innovativa di questo progetto: farsi tramite tra un’attività tipicamente curriculare (comprensione del testo e sua analisi) e una nuova che ha consentito la traslitterazione di una struttura narrativa in un linguaggio prossimo ma distinto da quello letterario, il linguaggio filmico. Si è dovuto ripensare un testo dato attraverso nuovi limiti (il linguaggio filmico è esclusivamente icastico e impone la traduzione di ogni concetto astratto in una perifrasi visiva), nuovi volti e nuove circostanze (il film è stato interpretato dai ragazzi nei loro ambienti familiari), nuovi esiti (ai ragazzi è stata data l’opportunità di variarne il finale). Questo per “indossare” un testo letterario preesistente ma conservando la propria individualità, quale importante occasione di crescita individuale, espressione del proprio vissuto e della propria visione del reale, sperimentazione di sé all’interno di contesti e situazioni nuove.

FASE 4: LO SCHERMO/GLI SCHERMI

E’ stata organizzata una conferenza cittadina e, alla presenza della scuola, delle famiglie, degli enti partner, di ospiti, gli studenti è stato illustrato il percorso compiuto e presentato il loro lavoro. Il lavoro verrà inviato ai principali festival di cinematografia scolastica nazionali.

Il progetto nel complesso ha coinvolto 280 studenti e 2 docenti dell’Istituto Comprensivo “Nicola Zingarelli” di Bari.

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: