Movielab – Officina del cinema

Progetto
Il progetto nasce dalla volontà di offrire un'opportunità ai giovani che vivono in un territorio, individuato dai luoghi del disagio, dell'emarginazione sociale, del malessere giovanile, della crisi dei diritti umani, condizioni che spesso sfociano in atti delinquenziali. In particolare, l'area del comprensorio vesuviano che contempla diversi Comuni ritenuti a rischio di macro e micro criminalità e alti tassi di dispersione scolastica.

Il principio pedagogico di Movielab – Officina del cinema è quello di valorizzare le risorse che il soggetto ha già in sé, favorendo la sua capacità di incidere attivamente nel territorio e nella società. Attraverso l’incontro tra arte e vita si possono avviare processi riabilitativi, di socializzazione, di possibilità di espressione, di percorso creativo, di inclusione.

Movielab – Officina del cinema è un laboratorio permanente di ricerca cinematografica, rivolto ai minori a rischio dispersione scolastica e giovani fino ai 14 anni, attraverso la creazione di opere di diversa tipologia (cortometraggi, videoclip, spot pubblicitari di interesse sociale, etc). Il progetto ha anche attivato una comunità di lavoro residenziale e strutturato, un luogo adatto ad ospitare le attività di realizzazione di un prodotto audiovisivo e in futuro una mediateca.

Guidati da esperti professionisti, i ragazzi sono stati gli attori principali in  tutte le fasi realizzanti un prodotto finale, nei vari ruoli, anche come tecnici apprendisti, creando una troupe e un cast utili a realizzare un cortometraggio di 7,50 minuti, girato su set interni e esterni, anche con tecnologie digitali e  strumenti tradizionali.

Movielab si è declinato in settori quali: regia, sceneggiatura, recitazione, montaggio, produzione e post-produzione, con la realizzazione finale di un cortometraggio. I contenuti sono stati teorici e pratici quali: training fisico, creatività gestuale, gestione della voce, espressione del viso, esplorazione delle differenti potenzialità del proprio corpo, il linguaggio verbale e corporeo, approccio al testo e studio con gli attori, elementi di narrazione, costruzione dei personaggi, drammaturgia, organizzazione dello spazio, campi, piani, studio delle scene, costumi, luci, analisi del testo teatrale e riduzione cinematografica, tipologie e stesura di sceneggiatura, il linguaggio cinematografico, tecniche di base del montaggio, acquisizione delle immagini, editing, effetti, il sonoro, etc.

I diversi stili narrativi e recitativi si sono congiunti nella realizzazione di un cortometraggio, favorendo lo sviluppo della fantasia, della creatività, della capacità di improvvisare e avere flessibilità cognitiva. Il laboratorio ha goduto del contributo di figure professionali di provata e documentata esperienza e titolarità, con competenze tecniche e didattiche, quali: un attore con esperienza di  regista, un montatore, un fonico, un operatore, un regista docente universitario e un docente di italiano esperto di organizzazione eventi cinematografici, di progetti di cortometraggi per le scuole, di scrittura cinematografica e di alfabetizzazione cinematografica, . L’Associazione culturale “Esseoesse” ha progettato e coordinato  tutte le fasi del modulo da essa ideato,  disponendo di risorse umane selezionate secondo le competenze richieste dal laboratorio ed ha curato l’intera organizzazione in tutte le sue parti.

Il progetto è vincitore del bando “CinemaScuola LAB” 2018, nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola.


Team di progetto

Responsabile scientifico: Filippo Germano, presidente Ass. Culturale “Esseoesse” e fondatore del Cortodino Film Festival
Progetto e coordinamento: prof.ssa Angela Lucibello, docente di Lettere, docente di alfabetizzazione cinematografica, europrogettista.
Esperto di storia del cinema: il regista docente universitario Gianfranco Pannone.
Esperto regia e recitazione: il docente di regia, Sergio Scoppetta; l’attore e docente Enzo Perna
Esperto di montaggio: Mario Sposito
Esperto fonico: Elia Giacobbe
Masterclass: l’attore e docente di cinema Ernesto Mahieux

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: