La macchina delle meraviglie – IC Loiano-Monghidoro

Progetto
"La macchina delle meraviglie" ha realizzato attività didattico-laboratoriali con alcune classi dell’IC Loiano-Monghidoro e dell'Istituto Tecnico Agrario di Loiano. Gli obiettivi sono stati: la diffusione del linguaggio della cultura cinematografica nel territorio dell’Appennino, in sinergia tra la scuola e le realtà culturali e cinematografiche; lo sviluppo di capacità di analisi e critica del film; la comprensione delle tecniche di produzione con la realizzazione di un prodotto audiovisivo.

Il progetto ‘La macchina delle meraviglie: pensare e fare cinema a scuola’ ha realizzato attività prevalentemente didattico-laboratoriali con le diverse classi dell’Istituto Comprensivo Loiano-Monghidoro e con un’altra realtà scolastica, IPSAA Serpieri – sede Distaccata Loiano Luigi Noè, presente sul territorio Loianese in un’ottica di rete e di sinergia territoriale tra istituti scolastici e realtà associative.
Con tutte le classi partecipanti al progetto sono state svolte ore teoriche di lezioni frontali e laboratoriali sulla storia della comunicazione umana, sulla storia e la sintassi del film, sui meccanismi di produzione dell”audiovisivo e sull’utilizzo del materiale di repertorio attraverso i nuovi media. Di fondamentale importanza sono state l’utilizzo di tecniche cooperative ed interdisciplinari, in stretta collaborazione con il corpo docente.
La realizzazione è avvenuta in una realtà territoriale molto specifica, quali quelle dei comuni collinari di Loiano e Monghidoro, con l’obiettivo di coinvolgere diverse realtà istituzionali e associative presenti e attive sul territorio, e creare una valida sinergia capace di promuovere iniziative culturali e contrastare fenomeni di disagio, dispersione e abbandono scolastico. Il territorio montano della Valle del Savena, infatti, benché prossimo alla città metropolitana di Bologna, vive in una situazione di isolamento culturale ed economico. Fondamentale è pertanto la promozione di azioni culturali rivolte ai bambini e ai ragazzi, per creare ogni possibile sinergia capace di incoraggiare interessi, competenze e opportunità di impiego del tempo libero e stimolare future professionalità. Il percorso progettuale si è articolato in percorsi complementari e paralleli con la prospettiva di una futura riproposizione negli anni a venire con eventuali perfezionamenti nell’ottica di una progettualità stabile. Fra le altre priorità vi è stato l’incentivo dell’utilizzo della sala cinematografica di riferimento, l’unica ancora attiva all’interno dell’Unione dei Comuni Savena-Idice.

Il progetto ha coinvolto complessivamente 5 plessi scolastici (2 istituti: IC Loiano-Monghidoro e IPSAA Serpieri), 346 studenti e 30 docenti.

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: