Il socio “occulto”: quando economia e camorra formano un intreccio pericoloso

Progetto
«Il socio “occulto”: quando economia e camorra formano un intreccio pericoloso» rappresenta un percorso che, partendo dalle basi di comunicazione attraverso l’incontro con esperti del mondo della formazione cinematografica e teatrale, ha condotto i ragazzi alla creazione di un prodotto video multimediale, in un’ottica volta al confronto propositivo tra studenti provenienti da realtà socio-economiche differenti.

Il progetto “Il socio “occulto”: quando economia e camorra formano un intreccio pericoloso“, con l’obiettivo di realizzare un prodotto audiovisivo sul tema della legalità, ha coinvolto tre scuole: E. Tosi di Busto Arsizio, I. C. Amore di Pozzallo e I. C. Vittorino da Feltre di Napoli. Le attività previste sono state realizzate in parte a distanza e in parte in presenza.
I prodotti realizzati sono stati due, uno che ha coinvolto l’ITE Tosi e l’Istituto Amore di Pozzallo intitolato “Sono stato io!” e un secondo prodotto realizzato dall’Istituto Vittorino da Feltre in collaborazione con il NEST di Napoli, intitolato “Dante e gli oggetti abbandonati“.
Le attività realizzate dall’ITE Tosi sono state:

  • laboratori di introduzione al linguaggio filmico; ideazione e scrittura di una sceneggiatura (a distanza)
  • pre-produzione, produzione: analisi della sceneggiatura, elaborazione di un piano di lavorazione, organizzazione di un casting per i ruoli di attori/attrici, pianificazione delle riprese; realizzazione di ogni singola scena, realizzazione del manufatto audiovisivo (in presenza).

I laboratori di recitazione e tecniche cinematografiche sono stati attivati anche a Pozzallo e gli interventi dei bambini dell’Istituto Amore sono stati inseriti nel video. Contemporaneamente l’Istituto Vittorino da Feltre si è attivato per la realizzazione di un prodotto audiovisivo animato. Il gruppo di lavoro, ha prodotto, individuando in ogni singolo ragazzo capacità e peculiarità, materiale grafico, disegni, materiale sonoro e musica.
La sensibilizzazione alla tematica è stata condotta autonomamente dalle tre scuole e si è conclusa con la testimonianza di Francesco di Leva, in una conferenza on line. La comunicazione relativa al progetto è stata attivata attraverso i social e attraverso il sito della scuola.
Non è stato possibile realizzare gli scambi in loco tra le tre scuole e attivare alcune collaborazioni con enti esterni previsti dal progetto iniziale a causa delle limitazioni dovute al lockdown. Il progetto si è concluso con un incontro online delle tre scuole coinvolte, durante il quale è stato presentato il cortometraggio “Sono stato io!”.

Il progetto ha coinvolto complessivamente 3 scuole,  150 studenti e 6 docenti.

-> Guarda il cortometraggio “Dante e gli oggetti abbandonati
-> Guarda il cortometraggio “Sono stato io!
-> Guarda il backstage di “Sono stato io!

  • Titolo:Sono stato io! - Dante e gli oggetti abbandonati
  • Sinossi:Sono stato io!
    Il protagonista convince i suoi compagni di classe ad acquistare la verifica che è riuscito a sottrarre con un sotterfugio al suo professore. Il docente scopre l’inganno e a quel punto tutti gli studenti confessano la loro responsabilità.

    Dante e gli oggetti abbandonati
    Dante è un simpatico bracco che scopre una discarica abusiva e con l’aiuto della sua padrona riesce a smascherare i colpevoli del crimine ecologico. Il racconto di un tema pesante e difficile da trattare, si snoda attraverso la leggerezza di una favola con un commovente lieto fine.
  • Data di uscita:2021
  • Durata:Sono stato io!: 13 minuti e 30 secondi - Dante e gli oggetti abbandonati: 6 minuti e 22 secondi
  • Genere:Sono stato io!: cortometraggio - Dante e gli oggetti abbandonati: cortometraggio animato
  • Staff tecnico:Sono stato io!
    Produzione Sine Sole cinema srl, studenti ITE Tosi e studenti dell’Istituto comprensivo A. Amore classe IIID scuola primaria. Organizzazione Sarah Maestri; sceneggiatura studenti ITE tosi Regia Giovanni Ziberna; supervisione Giovanni Galavotti.

    Dante e gli oggetti abbandonati
    Alunni dell'Istituto Vittorino da Feltre di San Giovanni a Teduccio, Napoli. Il cartone è il risultato del laboratorio "Facciamo un cartoon" tenuto da Carmine Luino in collaborazione con Nest, Napoli Est Teatro e la collaborazione di Francesco Di Leva e Valeria Aiello.
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: