I luoghi dell’abbandono e il loro valore est-etico – Liceo Artistico “A.Frattini”

Progetto
Fulcro del progetto e location del cortometraggio, il Grand Hotel sul Monte Tre Croci presso il Campo dei Fiori di Varese e l’ex stazione di Ghirla , entrambe opere progettate dall’architetto Giuseppe Sommaruga, considerato uno dei massimi esponenti del Liberty italiano. Come spunto di riflessione e di indagine, gli aspetti storici, simbolici e metaforici che gli edifici e il loro stato attuale registrano o trasmettono, per tentare di formalizzarli e renderli sensibili e “presenti”.

Il progetto “I luoghi dell’abbandono e il loro valore est-etico” ha portato alla realizzazione di un cortometraggio, sviluppato con la classe 4F dell’indirizzo articolato di Scenografia e Audiovisivo Multimediale 20/21. Il laboratorio ha previsto due approcci: uno prettamente storico e civico, l’altro più filosofico e artistico, entrambi funzionali a sviluppare la predisposizione alla ricerca e alla sperimentazione degli strumenti audiovisivi nelle loro funzioni espressive e comunicative. Un percorso didattico e formativo sviluppato attorno alla conoscenza del linguaggio audiovisivo e dei suoi codici, all’educazione alle immagini e all’uso consapevole delle stesse all’interno dei diversi contesti mediali.

Nostos”, questo il titolo del cortometraggio, è una tensione verso la ricerca e la conoscenza, ma anche il desiderio di un viaggio attraverso la mancanza e il distacco, così come la parola stessa, che evoca la nostalgia: un viaggio che si fa memoria ed esperienza. I personaggi del film sono immersi in un viaggio dello sguardo e sono alla ricerca di emozioni sopite, un viaggio allegorico al limite tra l’incanto e lo spettrale, il cui senso è determinato dall’atmosfera persa, decadente e in rovina, ma ancora pulsante e fremente del luogo. Mostrare le cose per quello che sono, ma anche per quello che forse erano, per catturarne il loro senso e rendere cinematograficamente il deposito del tempo, l’atmosfera del luogo e le tracce delle vite fuggite, delle orme di vissuti ormai inafferrabili, della felicità del muoversi in una cosa trasformata ormai in immagine-memoria dalla distanza, l’intimità e il temperamento della rovina.
L’edificio e i suoi ambienti pensati come ad un possibile grande teatro da vivere ancora una volta, un teatro che suggerisce immagini e forme plastiche, rappresentazioni e suggestioni, discorsi e pensieri che possono essere colti intuitivamente o solo dalla fantasia del cinema con una visione veramente immaginifica.
Il cortometraggio è stato presentato al pubblico al Cinema Teatro Nuovo di Varese Sabato 12 giugno 2021. Un libro di 120 pagine ne documenta i lavori con immagini di frame tratti dal girato, immagini dedicate al dietro le quinte e testi specifici che raccontano intenti e sviluppi del progetto.

-> Guarda il teaser di “Nostos”

-> Guarda il cortometraggio

  • Titolo:Nostos
  • Sinossi:“Nostos” è una tensione verso la ricerca e la conoscenza, ma anche il desiderio di un viaggio attraverso la mancanza e il distacco, così come la parola stessa, che evoca la nostalgia: un viaggio che si fa memoria ed esperienza. L’“architetto” invita due giovani a partecipare alla inaugurazione dell’hotel. Si apriranno le porte ad un viaggio dello sguardo alla ricerca di emozioni sopite. Un viaggio allegorico al limite tra l’incanto e lo spettrale, il cui senso è determinato dall'atmosfera persa, decadente e in rovina, ma ancora pulsante e fremente del luogo. I protagonisti incontrano altri personaggi immersi in un altro tempo, sen-tono l’atmosfera del luogo e le tracce delle orme di vissuti ormai inafferrabili, e sperimentano il muoversi in una cosa trasformata ormai in immagine-memoria dalla distanza, nell’intimità e nel tempera-mento della rovina.
  • Data di uscita:2021
  • Durata:19
  • Genere:Cortometraggio
  • Staff tecnico:Regia: Luca Scarabelli, Cosima Giorgio
    Fotografia: Luca Scarabelli, Cosima Giorgio, Elisa Massarenti
    Montaggio: Cosima Giorgio, Elisa Massarenti, Giulia Ranni, Cristina Pidalà, Denise Mazzuca
    Scenografie: Constantin Migliorini, Asia Laraia, Sara Simoni, Arianna Donati, Sofia Tartari, Bianca Giarola, Luca Vanoli
    Foto di scena: Alice Cultraro, Denise Mazzuca, Carlo Castiglioni
    Musica e suono: Sara Cervini, Andrea Minidio
    Trucco e parrucco: Bianca Giarola, Giulia Ghiringhelli
    Attrezzisti: Constantin Migliorini, Matthieu Lasme, Andrea Grasso, Luigi Capone, Nives Bacilieri
    Edizione: Arianna Piatti, Tommaso Caravati
    Colorist: Noemi Griggio
    Backstage: Emma Castaldo, Giulia Ranni, Carlo Castiglioni
  • Galleria immagini backstage o contenuti extra:
  • Video di backstage o contenuti extra:
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: