Cinema for future – IC Tecla Baldoni

Progetto
Il progetto del Cinema for Future è arrivato nella scuola e nelle classi per consolidare la media literacy e come canale privilegiato per passare contenuti agli alunni con BES. Non solo spettatori e critici, gli alunni sono diventati i realizzatori delle scenografie, gli ideatori delle storie che sono state proiettate a scuola e all’esterno.

Il progetto Cinema for Future dell’IC Tecla Baldoni ha proposto modelli di media miteracy con esperienze laboratoriali che riprendono i temi dell’Agenda 2030. Ha visto coinvolti tutti i 250 alunni di una primaria e tutte le classi prime, 119 alunni, della media. L’esperienza è stata innanzitutto una pratica del fare, che ha valorizzato la centralità del soggetto e ha posto l’enfasi sul processo di apprendimento. L’utilizzo del cinema come sussidio è servito a raggiungere obiettivi già presenti nelle materie curricolari: quello che è stato proposto non è il cinema inteso come “documentario”, che riporta quanto spiegato in classe, ma che approfondisce ed amplia quanto gli studenti hanno già imparato o già conoscono. Il film, non solo come svago, ma per avviare la riflessione su aspetti di tipo sociale e relazionale e come agile mediatore linguistico e disciplinare.
I due plessi contano numerosi alunni stranieri, immigrati di prima e seconda generazione. Il percorso ha fornito ai docenti le competenze necessarie per continuare ad usare questa metodologia e potrebbe implementare l’utilizzo di strategie alternative, dal carattere fortemente ludico, che facilitano l’apprendimento negli alunni con BES. Inoltre, immagini e suoni sono comprensibili a tutti nello stesso modo, senza le difficoltà che presenta la lingua italiana agli stranieri. Il progetto è coerente con il PTOF e il PdM dell’Istituto.
Si è registrato un miglioramento del clima generale. Lavorare ad un progetto che, pur prevedendo insegnamento e apprendimento ha abbandonato la modalità abituale della lezione, ha favorito comportamenti più autonomi. Gli studenti hanno conosciuto persone esterne, giovani, che hanno saputo coinvolgerli, interessarli e farli divertire. E’ aumentata l’autostima di molti alunni che si sentivano meno capaci e che, davanti alla macchina da presa, hanno rivelato grande capacità e disinvoltura e di altri che hanno rivelato attitudini fino ad allora messe poco in risalto.

Il progetto ha coinvolto complessivamente 2 scuole, circa 269 studenti e 30 docenti.

-> Guarda i cortometraggi realizzati qui.

  • Titolo:Cinema for future
  • Sinossi:Un di viaggio “dantesco” diviso in capitoli:
    -“Pensare con i piedi”
    - Disgustage della spazzatura
    - Superscienziati all’opera per un futuro migliore ed ecologico
    - Manifestazione… per il consumo
    - Scuola ZEN della raccolta differenziata
    - L’inquinamento e i giovani
  • Data di uscita:2021
  • Durata:51 minuti
  • Genere:Commedia a episodi
  • Staff tecnico:Regista: Leo Canali
    Crew: docenti
    Cast: alunni della scuola
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: