Alfabetizzazione finanziaria dei giovani tra scuola e cinema – Liceo G.Stampacchia

Progetto
Il progetto è rivolto agli alunni di III/IV anno del Liceo “Stampacchia”, con lo scopo di avvicinare gli alunni all’educazione finanziaria, sfruttando le potenzialità del linguaggio cinematografico, che non scinde gli aspetti cognitivi da quelli emotivi, ma li mantiene in una visione d'insieme rendendo l'esperienza dell'apprendimento completa e stimolante. L'educazione finanziaria é oggi, in un mondo attraversato dalla crisi economica e in cui i mercati finanziari sono diventati piú complessi.

Il progetto del Liceo “Giuseppe Stampacchia” ha coinvolto, oltre all’istituto, anche l’ADUSBEF di Lecce, rappresentata dall’avvocato Antonio Tanza, membro anche del comitato EDUFIN che promuove tra le classi a rischio, l’educazione finanziaria in tutto il territorio nazionale. Le parole chiave che caratterizzano il titolo del progetto suscitano grande curiosità: “Alfabetizzazione finanziaria e cinema“. La scuola costituisce il canale privilegiato e più efficace per portare ai giovani esperienze, conoscenze e competenze di educazione finanziaria, ancora prima che gli studenti si debbano confrontare nel concreto con queste scelte; l’elemento più accattivante del progetto, è il cinema che si pone come modalità alternativa per trasmettere informazioni di base sull’educazione finanziaria. Si tratta, dunque, di un binomio vincente e avvincente per favorire un primo approccio dei nostri alunni al mondo della finanza. Le tematiche alla base del progetto hanno poi spinto la scuola a collocarlo all’interno delle attività di Alternanza Scuola Lavoro: questa prima apertura alle conoscenze finanziarie, con le sue specificità e problematicità, e a quelle cinematografiche risulta una finestra attraente sul mondo lavoro che attende i ragazzi fuori dalle mura scolastiche.
Il primo incontro, tenuto nel mese di aprile 2019 presso l’Aula Magna del Liceo “Stampacchia”, è stato animato dall’avvocato Antonio Tanza, che ha presentato agli alunni alcune problematiche finanziarie della quotidianità, facendo comprendere ai presenti quanto sia importante non essere digiuni delle conoscenze di base della finanza per affrontare con più consapevolezza il futuro che li aspetta. Sono poi seguite varie lezioni di educazione finanziaria, tenute da esperti e giornalisti, e incontri nel corso dei quali gli alunni hanno assisto presso il cinema “Paradiso” di Tricase alla proiezione di alcuni film inerenti l’argomento del progetto, scelti accuratamente dagli esperti, tra cui “Il gioiellino”, “La ricerca della felicità” e “Wall Street”; alla visione è seguito un dibattito in cui gli esperti hanno commentato il contenuto del film e spiegato le basi dell’educazione finanziaria, rispondendo anche alle domande poste dagli alunni. L’ultima fase del progetto, la più operativa e dinamica, ha previsto la produzione da parte degli alunni di un cortometraggio inerente l’educazione finanziaria: gli alunni, in piccoli gruppi, seguiti da esperti, hanno avviato il lavoro scrivendo la sceneggiatura e montando accuratamente le scene. I lavori prodotti sono stati presentati alle famiglie e al territorio nel corso di una serata finale, organizzata presso la “Sala del trono” di Palazzo Gallone di Tricase.

Il progetto ha coinvolto complessivamente 2 scuole (Liceo “Giuseppe Stampacchia”; Adusbef), 90 studenti circa e 6 docenti.

CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola
Piano nazionale di educazione all'immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione
CIPS - Cinema e Immagini per la Scuola è un progetto promosso da: